Puškin, Ginzburg e Gobetti

21 giugno 2016 – ore 19.00 – Libreria Fahrenheit 451 – Campo de’ Fiori 44, 00186 Roma

Presentazione del libro



La Collanapuskin-ginsburg-gobetti_01

T
alismani

della
casa editrice

Kogoi

azzarda un trio d’eccezione: Puškin, Ginzburg e Gobetti.



m
artedì 21 giugno
ore 19:00

Libreria Fahrenheit 451
Campo de’ Fiori 44, 00186 Roma


L’arte misteriosa di chi fa del mondo materia infinita di narrazione, l’esperienza empatica del tradurre e la sensibilità colta dell’uomo di lettere. Un omaggio alla loro grandezza. E un gesto di commossa gratitudine.

Il volume comprende la raccolta di cinque novelle scritte da Puškin nel 1830, e pubblicate nel 1831, riproposte nella versione tradotta da Leone Ginzburg con un apparato di note che guiderà i lettori moderni nella comprensione di un mondo, lontano come epoca e come geografia, ma ancora vivo e attuale per acutezza e fascino. Sempre a firma Ginzburg, un prezioso scritto sull’arte della traduzione, graffiante nella sua denuncia e rivelatore della sua
splendida onestà intellettuale. E per celebrare il novantesimo anniversario della morte, la voce di un altro grande intellettuale italiano: Piero Gobetti, uno straordinario “ragazzo”, editore, fondatore di riviste, scopritore di talenti e profondo conoscitore della letteratura russa.


I relatori saranno

Sandra Giuliani e Dario Pontuale

nella

Libreria Fahrenheit 451

Capite ora perché i libri sono odiati e temuti? Perché rivelano i pori sulla faccia della vita. La gente comoda vuole soltanto facce di luna piena, di cera, facce senza pori, senza peli, inespressive.
(Ray Bradbury)



 

, , , , , , , , ,

Menu
Non ci sono libri nel carrello